Tim Bray, Vice Presidente di Amazon, ha lasciato l’azienda a causa della gestione degli informatori durante la pandemia COVID-19. Bray ha definito l’azienda “merda di gallina” per aver licenziato i dipendenti che avevano organizzato proteste per la mancanza di azioni protettive da parte di Amazon. La settimana scorsa, Amazon ha concluso un programma che ha permesso ai dipendenti di prendersi un tempo libero illimitato e non retribuito durante la pandemia. Bray ha dichiarato che l’azienda era diventata tossica e che rimanere nella sua posizione avrebbe significato firmare le azioni che disprezzava.

Iscriviti al nosto canale Telegram, per le notizie in tempo reale!

https://www.vice.com/en_us/article/z3bjpj/amazon-vp-tim-bray-resigns-calls-company-chickenshit-for-firing-protesting-workers