Il Giappone chiuderà tutte le sue scuole lunedì per prevenire la diffusione del coronavirus. La chiusura interesserà circa 13 milioni di studenti e continuerà fino a fine marzo.

Per il secondo giorno consecutivo sono stati segnalati più casi all’esterno che all’interno della Cina (anche se va ricordato che il governo Cinese tiene le comunicazioni sul Coronavirus sotto controllo) , e il capo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha detto che l’epidemia ha raggiunto un punto decisivo.

Più di 80.000 persone in 40 Paesi sono state infettate, con quasi 2.800 morti, per lo più nella provincia cinese di Hubei. Le prime settimane di marzo saranno un periodo estremamente critico per prevenire la trasmissione del virus.

Alcuni pazienti in Cina e in Giappone potrebbero ammalarsi per la seconda volta con il virus. È possibile che il virus stia reinfettando i pazienti, ma è anche probabile che i test siano stati imprecisi o stiano rilevando l’infezione precedente.

https://www.bbc.com/news/world-asia-51663182