Molte ricerche sul cancro si concentrano sulla morte delle cellule tumorali, lasciando intatte le cellule sane. Sono state sviluppate nuove nanoparticelle che funzionano come cavalli di Troia, introducendo di nascosto ioni nelle cellule tumorali e causandone la morte. Le nanoparticelle mostrano anche potenziale come vaccino per prevenire il ripetersi del cancro. Le cellule tumorali sono vulnerabili agli ioni sodio, ma le loro membrane cellulari sono in grado di garantire che gli ioni sodio in eccesso siano mantenute al di fuori della cellula. Le nanoparticelle sono in grado di mascherare gli ioni sodio in modo che possano passare le membrane cellulari senza essere individuate. Una volta all’interno delle cellule, gli ioni di sodio e cloruro causano la rottura della membrana cellulare, inducendo la morte delle cellule e innescando una risposta immunitaria nel corpo per combattere gli altri agenti patogeni. Le nanoparticelle si trasformano in sale una volta che si degradano. In uno studio sui topi, le nanoparticelle sono state in grado di sopprimere la crescita tumorale del 66% rispetto a un gruppo di controllo, senza effetti collaterali per gli organi principali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here