Gli scienziati del MIT hanno pubblicato un articolo che descrive in dettaglio un nuovo tipo di sinapsi cerebrale artificiale che potenzialmente può produrre dispositivi in grado di gestire localmente complesse elaborazioni di IA senza doversi connettere a un centro dati, pur rimanendo piccoli e a basso consumo energetico. Decine e migliaia di queste sinapsi possono essere combinate su un chip fisicamente più piccolo di un singolo coriandolo. I “memristor” sono creati utilizzando leghe di argento e rame. Offrono un gradiente di valori, al contrario di uno stato binario, e sono anche in grado di ricordare gli stati. L’obiettivo del progetto era quello di creare un hardware dedicato in grado di eseguire compiti che attualmente richiedono una notevole potenza di calcolo su GPU per essere eseguiti.

Iscriviti al nosto canale Telegram, per le notizie in tempo reale!

https://techcrunch.com/2020/06/08/mits-tiny-artificial-brain-chip-could-bring-supercomputer-smarts-to-mobile-devices/