Le “cicatrici” bruno-rossastre che si formano sulla superficie della luna di Giove Europa sono in realtà incise nello strato di ghiaccio d’acqua che ricopre la superficie di un oceano potenzialmente abitabile del sottosuolo. Si pensa che le crepe si formino quando Giove punta su Europa e rompe il ghiaccio. Nel 2000, la sonda Galileo ha scoperto che in prossimità della luna c’erano meno protoni in rapido movimento del previsto. Gli scienziati hanno scoperto che parte di questo impoverimento di protoni era dovuto a un pennacchio di vapore acqueo che sparava nello spazio. Questi pennacchi potrebbero contenere informazioni su ciò che si trova sotto la superficie ghiacciata di Europa. L’Agenzia spaziale europea ha in programma di lanciare una sonda nel 2022 per indagare su Giove e le sue lune. Essa arriverà nel sistema di Giove nel 2029 e potrà raccogliere campioni per studiare questi pennacchi.

Iscriviti al nosto canale Telegram, per le notizie in tempo reale!

https://www.esa.int/ESA_Multimedia/Images/2020/05/New_evidence_of_watery_plumes_on_Jupiter_s_moon_Europa