Carlos Ghosn, former chairman of Nissan Motor Co., sits in a vehicle as he leaves his lawyer's office in Tokyo, Japan, on Wednesday, March 6, 2019. Ghosn walked out of a Tokyo prison on bail after 108 days in detention, vowing to fight allegations of financial crimes that could imprison the former Nissan chairman for as long as a decade. Photographer: Toru Hanai/Bloomberg via Getty Images

Carlos Ghosn, il dirigente che gestiva l’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi, è stato arrestato dalla polizia giapponese nel novembre 2018 con l’accusa di cattiva condotta finanziaria.

Affermava di essere stato incastrato dai rivali della Nissan, e di essere stato rilasciato su cauzione. Il sistema giudiziario penale giapponese ha un tasso di condanne quasi perfetto, e il 29 dicembre Ghosn ha lasciato il Giappone per il Libano.

A Capodanno Ghosn ha rilasciato una dichiarazione in cui denunciava il sistema giudiziario giapponese. Le autorità giapponesi non hanno ancora stabilito come Ghosn sia fuggito dal Paese. Le autorità libanesi dicono che è entrato in Libano legalmente.

Le autorità turche hanno arrestato quattro piloti, due operatori di terra e il responsabile delle operazioni di una compagnia di trasporto merci per il loro coinvolgimento nella fuga. L’Interpol ha emesso un “avviso rosso” per Ghosn.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here